AUTO CHILOMETRI ZERO ESTERE SOTTOCOSTO ECCO COSA DEVI CONTROLLARE PER EVITARE LE TRUFFE

Analisi dei due canali di provenienza, nazionale ed estero cosa controllare e sopratutto a cosa stare attenti.

cartina del mondo uomo che osserva denmtro la telecamera
Toti Costanzo docente di Marketing Strategico

 

Ciao sono Toti Costanzo e ti do il benvenuto in questo terzo video di auto chilometri zero.

Nel video precedente abbiamo parlato di cosa sono le false km0, della provenienza delle auto chilometro zero, e su cosa stare attenti per evitare di acquistare un’auto aziendale passata per chilometri zero.

In questo video di oggi come promesso nel video precedente ti parlerò di tre cose:

Primo dove nascono le auto a km0.

Quindi analizziamo i due canali nazionale ed estero. Differenze, vantaggi e svantaggi dei due canali.

Secondo cosa devi controllare e a cosa devi stare attento quando compri una vettura km0.

Terzo perché non ti conviene comprare le km0 che i concessionari ti dicono di immatricolare su tua richiesta.

 

Quindi adesso come promesso, partiamo subito e scopriamo dove nascono le auto chilometri zero ?

Le fabbriche automobilistiche che hanno formato dei grandi gruppi di produzione, tra cui il gruppo General motors, il gruppo Toyota, il gruppo tedesco Vw Seat , i francesi Renault Peugeot Citroen, gli italo americani di FCA.

Questi grandi gruppi si sono divisi il mercato dell’automobilismo globale.

Questi colossi producono le loro auto negli stabilimenti di produzione, per esempio il gruppo FCA ha stabilimenti a Torino, a Cassino a Menfi, ma anche in polonia in turchia in Messico o in America.

Il gruppo Toyota o General Motors ovviamente non sono da meno e hanno fabbriche disseminate in tutto il mondo.

Tutte queste auto vengono costruite, poi trasportate e quindi vendute tramite filiali di importazione nelle varie nazioni.

In Italia per esempio la sede ufficiale di importazione Renault è a Roma, la sede ufficiale di importazione Bmw è a Milano e quella Vw è a Verona.

Per vendere meglio in tutto il territorio nazionale, le filiali di importazione trasportano e vendono le loro auto ai concessionari ufficiali della tua provincia.

Attenzione però, perché queste filiali di importazione hanno anche funzioni di concessionaria.

Questo significa che a Roma per esempio le filiali di importazione Renault o Nissan distribuiscono in tutto il territorio Italiano e vendono tramite la loro sede ufficiale anche a te che sei il cliente finale.

Stessa cosa succede a Verona per esempio con la filiale di importazione del gruppo vw, oppure a Milano con la BMW.

Questo ti serve saperlo perché, l’auto a chilometri zero può nascere, cioè può essere immatricolata, sia dal concessionario della tua provincia che anche direttamente dall’importatore nazionale, per poi essere venduta liberamente in qualsiasi parte del mondo.

Questo significa che la tua km0 può nascere anche da un importatore estero o da un concessionario estero ed arrivare sul mercato italiano o viceversa.

A questo punto ti stai chiedendo PERCHE’ TUTTA STA CONFUSIONE, perché ognuno non si vende le proprie auto?

E sopratutto Dove sta la convenienza?

Queste informazioni che sto per darti in realtà non le trovi come informazione disponibile su internet, perché ovviamente qualcuno ha interesse a non dirtele.

In passato c’è stata gente che ha incassato cifre spaventose con questo business.

Io invece sono qua e oggi ho deciso di svelarti dove sta la convenienza e dove sono i pericoli, per evitare che qualcuno ti svuoti il portafogli.

Le auto, “cosi come succede per i panini del mc donald”, sono personalizzati per i mercati, cioè l’auto viene resa interessante, in base alle esigenze ai gusti e alle tendenze della nazione in cui viene venduta.

Si hai capito bene, la stessa auto può avere un PREZZO DI LISTINO PIU’ BASSO e CONTENUTI DI SERIE CIOE’ OPTIONAL PIU’ RICCHI in base alla nazione in cui l’auto viene preparata per essere venduta.

Questo è il motivo per il quale l’auto di importazione, in alcuni casi è più competitiva.

Analizziamo adesso che tipo di vetture possiamo aspettarci di trovare nel mercato del km0 in base alla loro provenienza; quali sono i vantaggi e quali gli svantaggi.

PRIMO CANALE il tuo Concessionario di zona.

Qui possiamo trovare le km0 delle vetture invendute più diffuse nel mercato di quella zona, che il concessionario ha comprato e poi non è riuscito a vendere.

Esempio se siamo a Palermo e l’auto più venduta è la Panda, troveremo Panda km0, se siamo a Roma e l’auto più venduta è la Smart troveremo Smart km0 , se siamo a Verona e l’auto più venduta è la Golf Troveremo la Golf km0.

Ovviamente più probabile che tu possa trovare auto che il mese precedente sono rimaste invendute, possibilmente in colori inusuali o in versioni con tanti optional costosi.

Questo succede perché, un potenziale cliente ha ordinato al venditore una personalizzazione più ricca con tanti optional, e poi dopo non ha potuto acquistare la vettura che è rimasta sullo stomaco al concessionario.

Oppure possiamo trovare auto km0 di altri modelli che il concessionario aveva acquistato per il suo stock di pronta consegna e poi invece sono rimasti invenduti da troppo tempo.

In questo caso il concessionario decide di immatricolare queste vetture perché obsolete.

O ancora, se sei fortunato, puoi trovare (eventualità più unica che rara) una vettura nuova di fascia alta e appena lanciata sul mercato, che il concessionario espone come vettura dimostrativa e che poi vende subito dopo il periodo di lancio per recuperare i capitali investiti.

Ecco questo è il tipo di prodotto km0 che puoi trovare dal tuo concessionario di zona.

Adesso invece analizziamo il

SECONDO CANALE le km0 nate direttamente nella sede di importazione nazionale.

Da questa fonte provengono vetture di tutta la gamma prodotta, ad esclusione dei modelli più recenti: il più delle volte trovi km0 di modelli fuori produzione.

TERZO CANALE

Vetture estere km0, ottimi affari, attenzione però adesso ti dico cosa guardare per evitare truffe.

Con la liberalizzazione dei mercati e la creazione del nuovo regolamento europeo, passato alla storia come “regolamento monti “, è stata sancita la libertà di libero scambio delle merci tra i paesi aderenti alla comunità europea.

Questo significa che sono state abbattuti i limiti territoriali definiti “esclusiva di zona” tra commercianti all’interno della comunità europea.

Grazie a questo regolamento le vetture km0 possono essere importate ed esportate più facilmente in tutti gli stati membri dell’unione europea.

Le sedi nazionali, i concessionari delle case automobilistiche, i noleggiatori a breve termine e i concessionari multi-marche hanno potuto sfruttare questa nuova opportunità per orientare il mercato a loro favore.

Adesso ti spiego perché si trovano in Italia vetture km0 di provenienza estera a prezzi più competitivi rispetto le km0 nazionali.

Il motivo principalmente sta in due fattori, uno etico ed un altro al quale devi stare molto attento se vuoi evitare la truffa.

Il primo quello etico è riferito ai prezzi di listino con più optional compresi nel prezzo.

Il secondo ossia la truffa è in pratica l’evasione dell’iva: molto più difficile rispetto al passato, ma non impossibile.

Ed ecco le tre cose fondamentali che devi controllare per non incorrere nelle truffe quando compri un’auto a km0.

PRIMA COSA DA CONTROLLARE

Se una vettura km0 è importata da un paese membro dev’essere importata con iva esposta cioè detraibile, per fare ciò deve essere pagata l’iva tramite un versamento di denaro con apposito modulo chiamato f24.

Quindi chiedi una copia dei movimenti per accertarti del versamento.

Controlla che l’ f24 sia stato effettuato per l’intera somma.

SECONDO

Nel caso in cui l’iva non sia detraibile (ciò è facile da appurare, basta chiedere al concessionario se è possibile avere su quell’auto un’agevolazione dell’iva con legge 104) , il consiglio è: cambia concessionario! Quella vettura potrebbe essere stata importata di contrabbando tramite con un prestanome, come se fosse una trattativa tra privati.

TERZO CASO

Nel caso la vettura sia con iva detraibile e ti hanno mostrato f24 pagato per intero allora puoi stare tranquillo.

Verificate queste cose importantissime, per vedere se la tua auto chilometri zero che stai comprando è un vero affare a questo punto devi controllare gli optional di serie presenti.

Nel caso delle vetture con Marchio Estero provenienti dal paese di origine, cioè per esempio (bmw audi vw) importate dalla Germania, o renault, peugeot o citroen importate dalla Francia,

CONTROLLA ADESSO PURE

Che gli optional che in Italia sono di serie siano presenti di serie anche su quella km0.

Questo controllo devi farlo perché gli allestimenti sono sempre più poveri di optional nel paese di origine del MARCHIO , quindi non è escluso che la vettura che stai comprando potrebbe avere meno optional.

Per farlo, basta cercare i configuratori on line del brand scelto, basta cercare car configurator seguito dalla marca e dal modello che vuoi comprare. esempio scrivi su google car configurator Fiat Tipo.

Questo ti serve per controllare gli optional che in italia sono di serie in quello specifico modello.

Nei brand italiani succede spesso l’opposto: cioè in Francia in Belgio e in Spagna le versioni hanno più optional di serie e in più in alcuni casi hanno un prezzo di listino più basso.

Quindi le vetture Italiane importate dai mercati esteri possono avere questo vantaggio in più.

Questo succede perché, la dove le case vendono più prodotti, tendono a risparmiare su optional di serie, che vengono messi a pagamento, per avere un guadagno più alto.

Ovviamente conviene acquistare km0 importati dall’estero di brand italiani oppure importare brand esteri ma non dal loro paese di origine, che ovviamente devono avere in regola tutti i documenti.

Per ultimo come promesso ti spiego in due parole perché non ti conviene comprare le km0 fatte su misura dai concessionari.

Altra moda diffusa è proprio questa, che alcuni concessionari adottano quando sono in difficoltà con gli obbiettivi di vendita.

Tu scegli l’auto disponibile in concessionaria; il concessionario prima la immatricola e poi te la vende come km0 a fine mese.

A questo punto acquistare una km0 del genere è perfettamente inutile, per 3 motivi.

  • PRIMO non risparmi quasi nulla,
  • SECONDO devi comunque prendere ciò che ha dentro il concessionario,
  • TERZO non puoi approfittare di eventuali finanziamenti agevolati, legati all’acquisto del nuovo.

A questo punto ti conviene ordinarla direttamente come auto nuova, e il risparmio è sicuramente maggiore.

Nel prossimo video ti parlerò di quello che c’è dietro e da sapere su:

Sconti, incentivi statali, Finanziamenti, agevolazioni e false rottamazioni.

Ti svelerò tutti i trucchi di questo mercato e tanto tanto di più.

Ti ringrazio per avermi seguito fino a qui, per ulteriori informazioni puoi visitare il sito autochilometrizero.it

Se hai domande e vuoi saperne di più, puoi chiamare il call center direttamente al numero 392 5089202.

Al prossimo articolo.

Toti Costanzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.